Abbonamenti trasporto pubblico di Trentino Trasporti

 

 ABBONAMENTO: primo acquisto o rinnovo?

 

precisazione per gli abbonamenti "urbano di Trento":

Gli abbonamenti “urbano di Trento” sono validi: per tutte Ie tratte comprese nell’ambito amministrativo dei Comuni di Trento (eccetto Monte Bondone a monte di Sardagna e a monte di Maso Banal) e di Lavis (Nave San Felice, Pressano, Sorni e stazione ferroviaria "Zambana FTM"), se effettuate con mezzi extraurbani solo ove ne sia previsto il servizio locale (Cadine, Valsorda, Sardagna, Vigolo Baselga, Mattarello sud, Ravina, Romagnano e comune di Lavis); per il collegamento urbano ”Comune di Trento — Comune di Lavis"; sono validi altresì per la funivia Trento—Sardagna, per la tratta ferroviaria Trento—Lavis— Nave S.FeIice della Ferrovia Trento—MaIé—MarilIeva e per Ie tratte ferroviarie Trenitalia Trento-Povo/Mesiano e Trento-Lavis FS.

É obbligatoria la validazione degli abbonamenti su smart card all’atto di ogni salita in vettura o a terra nelle stazioni ferroviarie

 

precisazione per gli abbonamenti "urbano di Rovereto" e "PIANO D’AREA":

Gli abbonamenti “urbano di Rovereto” sono validi solo all’interno del territorio del Comune di Rovereto.
Gli abbonamenti “PIANO D’AREA” sono validi su tutte le relazioni interne al piano d’area (Besenello, Calliano, Isera, Mori, Nogaredo, Nomi, Pomarolo, frazione Porte del Comune di Trambileno, Rovereto, Villa Lagarina, Volano).
Gli abbonamenti possono essere utilizzati anche sui mezzi extraurbani per le tratte comprese nel territorio amministrativo dei Comuni (escluse le frazioni di Mori non coperte dal servizio urbano, escluso Trambileno eccetto fermate delle Porte, escluso Dietrobeseno). Non è previsto il servizio locale urbano da parte delle corse extraurbane tra le fermate di Rovereto centro comprese tra S.Ilario e Lizzanella inclusi.
Gli abbonamenti (sia Comune di Rovereto, sia di area) sono validi sulla tratta ferroviaria Rovereto-Mori FS gestita da Trenitalia (FS).

È obbligatoria la validazioni degli abbonamenti su smart card all’atto di ogni salita in vettura o a terra nelle stazioni ferroviarie.

 

DETRAZIONE IRPEF 19% ABBONAMENTO MEZZI PUBBLICI 2020 - PAGAMENTO TRACCIABILE

Come noto la legge di Bilancio 2018 (Legge 205/2017) aveva reintrodotto la detrazione fiscale per chi acquista l'abbonamento dei mezzi pubblici: è prevista, quindi, la detraibilità delle spese sostenute per l'acquisto degli abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale, ivi compreso il trasporto scolastico, dall'imposta lorda, fino alla concorrenza del suo ammontare, nella misura del 19 per cento per un importo delle spese stesse non superiore, in ciascun periodo di imposta, a 250 euro annui, anche per gli abbonamenti acquistati dal 1° gennaio 2020 (quindi la detraibilità potrà avvenire con la dichiarazione dei redditi 2021).

Novità: la legge di bilancio 2020 (L. 160/2019, art. 1 comma 679) ha previsto che tali spese (effettuate a partire dal 1/1/2020 e quindi da portare in detrazione nella dichiarazione dei redditi 2021), per essere detraibili, dovranno essere pagate con mezzi di pagamento tracciabili (carte di debito e credito, bonifici e assegni).

In attesa di eventuali indicazioni più precise da parte dell'Agenzia delle Entrate, si suggerisce pertanto di conservare insieme alla documentazione sotto riportata (v. Documentazione da conservare), CHE NON HA VALORE AI FINI DELLA DETRAZIONE, la copia del relativo pagamento (es. scontrino pagamento con carta, estratto conto di carte e C/C).

Quali abbonamenti si possono portare in detrazione:

E' possibile portare in detrazione tutti gli abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale urbano, extraurbano e libere circolazioni, ivi incluso il trasporto scolastico, acquistati nell'anno solare di competenza (è quindi portato in detrazione tutto l'importo pagato e non è possibile portare in detrazione la quota parte di competenza dell'anno).
Esempio: abbonamento annuale acquistato in data 1° settembre 2019: va portato in detrazione (dichiarazione 2020) tutto l'importo pagato; abbonamento annuale acquistato in data 1° settembre 2018: non è possibile portare in detrazione quota parte abbonamento di competenza 2019.

Per abbonamento si intende un titolo di trasporto che consenta al titolare autorizzato di poter effettuare un numero illimitato di viaggi, per più giorni, su un determinato percorso o sull'intera rete, in un periodo di tempo specificato. Pertanto rientrano nell'agevolazione fiscale tutti gli abbonamenti che comportano un utilizzo continuo del mezzo di trasporto pubblico.
Non rientrano quindi i biglietti orari o giornalieri (acquistati anche tramite APP o validati tramite la carta a scalare).
Si può portare in detrazione l'abbonamento non solo in relazione alla spesa sostenuta direttamente ma anche per i familiari, con la possibilità di beneficiare di uno sconto fiscale pari al 19% ed entro il limite di 250 euro di spesa: la detrazione per spese per abbonamenti pubblici spettano anche per il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) e i figli a carico (naturali riconosciuti, adottivi e affidati).
Importo detrazione massima spettante: il contribuente potrà "scaricare" il 19% della spesa sostenuta per l'abbonamento fino ad un massimo di 250 euro, tale da garantirgli un risparmio effettivo massimo del 19% di 250 euro, ossia 47,50 euro annui.

Documentazione da conservare (N.B. COME SCRITTO SOPRA, NON HA VALORE AI FINI DELLA DETRAZIONE SE NON ACCOMPAGNATA DA COPIA DEL PAGAMENTO - ES. SCONTRINO PAGAMENTO CON CARTA, ESTRATTO CONTO DI CARTE E C/C).  
Devono essere trattenute le ricevute cartacee rilasciate dalle biglietterie. Nel caso di mancata conservazione è possibile richiedere presso le biglietterie di Trentino trasporti SpA e di Trenitalia SpA la certificazione con gli abbonamenti emessi durante l'anno di riferimento.
Per gli abbonamenti al trasporto degli alunni e studenti fino alla quinta superiore deve essere trattenuta la ricevuta rilasciata dalle Casse Rurali nonchè la contabile bancaria del pagamento, nella quale dovrà essere indicato in causale il nome dell'alunno / studente (in questi casi non è possibile ottenere una certificazione presso le biglietterie).
 

Questo sito utilizza i cookies per consentirti la migliore navigazione.